#Venerdì al Museo: 12 settembre apertura prolungata

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Villa Poniatowski - Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria meridionale

12 settembre, 2014 - Eventi

Venerdi 12 settembreProsegue l'iniziativa #VenerdìalMuseo, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, con l'apertura serale straordinaria di Villa Poniatowski e l'offerta di due visite guidate, l'una alle ore 20 e l'altra alle ore 20,30.

L'affascinante Villa Poniatowski prende il nome da Stanislao Poniatowski, nipote dell'ultimo re di Polonia, il quale acquistò la villa nel 1781 dal marchese Giulio Sinibaldi in precedenza già appartenuta, nella prima metà del 500, al cardinale Pier Donato Cesi.

Il principe polacco incaricò l'architetto Giuseppe Valadier, impegnato allo stesso tempo nella ristrutturazione di Piazza del Popolo, del rinnovamento e abbellimento degli spazi della villa, sia interni che esterni, compresa la costruzione delle stalle su via Flaminia nonché la modifica del giardino, formato da terrazze a gradoni e ornato da sculture antiche.

Oggi il visitatore, grazie ai sistematici interventi di restauro architettonico e di lavori per l'adeguamento degli spazi in funzione museale, può ammirare le antichità prima rinchiuse nei depositi in un percorso che si snoda nelle varie sale della villa. La collezione esposta è davvero ricca. La visita inizia con i corredi funerari delle necropoli di Terni, Nocera Umbra, Gualdo Tadino e Todi per poi passare al ricco corredo proveniente dalle tombe principesche rinvenute nella necropoli della Colombella. Non mancano all'appello i materiali del Latium vetus, la Tomba «degli ori» della necropoli di Peschiera e infine, al piano nobile della villa, il santuario dedicato a Mater Matuta proveniente da Satrico, gli ex-voto rinvenuti nel tempio extraurbano di Alatri e i doni alle divinità giunti dal tempio di Giunone Moneta che sorge sull'acropoli di Segni.


Il biglietto d'ingresso include la partecipazione alla visita guidata e va acquistato alla biglietteria del Museo di Villa Giulia.

Per le visite guidate la prenotazione è obbligatoria.

Documenti da scaricare