Inaugurazione mostra: Tesori per l’Aldilà. La Tomba degli Ori di Vulci. Dal sequestro al restauro.

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Sala 21 - Polo Museale del Lazio, Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell'Etruria meridionale, Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, Fondazione Paola Droghetti

28 maggio, 2016 - apertura prolungata, inaugurazione

locandina ori di vulci

Sabato 28 maggio il Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, in occasione dell'apertura prolungata fino alle ore 22,30, con ultimo ingresso alle ore 21,30, apre al pubblico nella sede del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, diretto da Maria Paola Guidobaldi, la mostra Tesori per l'Aldilà. La Tomba degli Ori di Vulci. Dal sequestro al restauro, realizzata in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell'Etruria meridionale, l'Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro e la Fondazione Paola Droghetti.

 

Il corredo, in cui spiccano fra gli altri una sontuosa fibula da parata in lega d'oro, tre rari pendenti a disco in argento dorato e con simboli astrali, tre scarabei incastonati in pendenti-sigillo di tipo siro-fenicio, un raffinato bracciale tubolare in argento decorato in filigrana d'argento dorata, testimonia l'alto rango della dama vulcente che ne fu proprietaria e offre un significativo spaccato della composita temperie culturale che connota Vulci nella prima Età Orientalizzante (720-680 a.C.).

 

Con la concretezza e lo splendore dei risultati la mostra, che durerà fino al 31 dicembre 2016 e che è inserita nel normale percorso di visita, testimonia l'efficacia dell'impegno congiunto di partner pubblici e privati per il recupero, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale.

 

Il corredo della Tomba degli Ori è stato infatti "riscoperto" nel 2010 nei depositi del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e ricollegato a un sequestro effettuato a Ischia di Castro nel giugno del 1962, cui fece seguito la localizzazione della tomba di provenienza dei pregiati manufatti nella necropoli della Polledrara di Vulci.

Il restauro, diretto ed eseguito presso l'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, è stato possibile grazie al contributo filantropico della Fondazione Paola Droghetti onlus, che dal 1998, attraverso il finanziamento di borse di studio a ex allievi o laureandi della Scuola di Alta Formazione dell'ISCR, contribuisce in modo significativo al recupero e alla valorizzazione del patrimonio artistico e archeologico italiano.

 

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia                    Ufficio stampa del Polo Museale del Lazio
Piazzale di Villa Giulia, 9 - 00196 Roma                  Marco Sala, Davide Latella, Claudio Santangelo
tel. +39 06 3226572                                            pm-laz.ufficiostampa@beniculturali.it                          www.villagiulia.beniculturali.it                                                                                           

La mostra è visitabile con il biglietto di ingresso ordinario

ori di vulci 2

Documenti da scaricare