Giornate Europee del Patrimonio: Transizioni

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Villa Poniatowski

24 settembre, 2017 - evento teatrale

locandina transizioni Gep 24 settembre
 
 

"Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera"

(Pablo Neruda)

La natura è uno splendido libro che ci trasmette bellezza e la bellezza ispira cultura.

La natura è l'armonia iniziale con il mondo, è l'antica verità e semplicità dell'uomo. È lo stupore e la meraviglia di chi assapora la vita in maniera spontanea e reale. Tutto questo è percepibile nella cultura, quando essa guarda la realtà e non l'ideale.

L'evento artistico "Transizioni" prevede l'alternarsi di una disciplina artistica all'altra, tra forme espressive e linguaggi diversi... canto corale, teatro contemporaneo, coreutica... che s'incontrano, si rincorrono... si confrontano con una tradizione o la sua invenzione.

È una ricerca fatta di improvvisi slanci, è una discesa nell'intimo. Sentire, esprimere e vivere l'incontro con la natura come armonia perfetta, come modulazione improvvisa che avviene tra tonalità lontane senza passaggi intermedi.

Una vena malinconica traspare da "EVENING RISE", canto indiano che contempla il tramonto del sole e la vitalità della madre terra: sorge la sera, lo spirito sopraggiunge, il sole scende quando il giorno è compiuto, madre terra si risveglia con il cuore del mare che pulsa.

"NORDWIND" di Josef Gabriel Rheinberger è una corale caratterizzata da una felice mescolanza di moderno spirito romantico dal ritmo incessante e dai forti contrasti dinamici ...il poeta per raggiungere il suo amore vuole trasformarsi nel vento del nord, impetuoso e selvaggio...ma l'assoluto non è comprensibile, lei rimarrà da sola e lui non diverrà il vento del nord.

"GIÀ MI TROVAI DI MAGGIO" di Bruno Bettinelli è un classico affresco rinascimentale, parla di natura benigna che muove il cuore... è una stanza del secondo libro dell'Orlando innamorato di Matteo Maria Boiardo.

 

Coro Diapason a cura del maestro Fabio De Angelis

Con la partecipazione di Chiara Di Loreto (danzatrice)

 

Lettura espressiva di FABRIZIO FABRIZI

Scrittura che descrive. L'incipit de I Promessi Sposi.

Lettura manzoniana 

 

Contrappunto voce-corpo... Friedrich, il viaggiatore sopra il mare di nebbia

...il sublime, ossia il senso della natura possente e smisurata

 

TEATRO CONTEMPORANEO

Franca Iannaccone - attrice

 

IDEAZIONE E PROGETTO A CURA DI RITA FERRARO

Documenti da scaricare