Storie di Persone e di Musei: Il Museo di Marino: tra conservazione della memoria e presentazione di nuove istanze artistiche

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Sala della Fortuna

01 dicembre, 2017 - conferenza

  locandina conferenza marino 1 dicembre

 

Storie di Persone e di Musei

Il Museo di Marino: tra conservazione della memoria e presentazione di nuove istanze artistiche

Conferenza

Sala della Fortuna

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

Venerdì 1 dicembre 2017, ore 17.30

 

Protagonista del ciclo Storie di Persone e di Musei sarà Venerdì 1° dicembre il Museo Civico "Umberto Mastroianni" di Marino, presentato dal Direttore Alessandro Bedetti.

Il Museo Civico di Marino raccoglie l'eredità lasciata dal precedente museo aperto nel 1904. La sede attuale è l'ex chiesa medievale di Santa Lucia, costruita agli inizi del XII secolo su una cisterna romana databile al I-II sec d.C., trasformata in luogo di culto cristiano.

Nel XIV secolo l'edificio e la cisterna vennero decorati con affreschi e decori marmorei, mentre nel XV secolo il complesso fu completamente ristrutturato con la costruzione di archi a sesto acuto.

Nel 1643 la chiesa venne sconsacrata da Urbano VIII e successivamente adibita ad usi profani, come granaio, teatro, Casa del Fascio e infine abitazione per sfollati. Nel 1974 il complesso fu acquistato dal Comune per essere utilizzato come centro culturale.

Tra gli impegni del Museo c'è anche il restauro del Mitreo, uno dei pochi monumenti dipinti del suo genere.

 

Oltre a ciò il Museo promuove le espressioni artistiche contemporanee organizzando mostre, conferenze, attività didattiche, concerti per favorire il confronto e lo scambio di esperienze che sono alla base di qualsiasi progresso culturale.

                                                                                                                                                                  

Tutte queste iniziative, che hanno registrato una grande partecipazione di pubblico, hanno anche reso evidente come il Museo sia in grado di portare avanti i suoi obiettivi principali e, al tempo stesso, compensare la scarsità di luoghi deputati alla promozione di iniziative foriere di nuove istanze culturali, contribuendo in tal modo a rendere la città veramente partecipe e, in qualche modo, protagonista.

 

Il ciclo Storie di Persone e di Musei

La conferenza rientra nel ciclo di incontri "Storie di Persone e di Musei", finalizzato al perseguimento dello spirito della Convenzione di Faro (2005) sul valore dell'eredità culturale per la società e, al contempo, ispirato al "decalogo per un Museo che racconti Storie quotidiane" di Orhan Pamuk, per dare spazio e voce alle molteplici realtà culturali locali che popolano il territorio di cui il Museo di Villa Giulia è stato ed è tuttora interprete. Lo scopo è quello di mettere a disposizione degli amministratori locali e dei curatori di raccolte civiche di interesse archeologico presenti nelle regioni del Lazio, dell'Umbria e della Toscana un luogo in cui poter raccontare la loro esperienza di valorizzazione non tanto dalla prospettiva delle "cose" quanto, piuttosto, da quella delle "persone", intese sia come operatori museali che come fruitori culturali, in modo tale da far convergere l'attenzione anche sulla dimensione immateriale della nostra eredità culturale e sulle persone che, a vario titolo, "desiderano" identificarsi in tali valori.

L'iniziativa rientra nella programmazione dell'Anno europeo del patrimonio culturale (2018) e ha ottenuto il patrocinio dell'International Council of Museum (ICOM) sezione italiana.


La partecipazione all'iniziativa così come l'ingresso al Museo per i partecipanti alle conferenze saranno eccezionalmente gratuiti, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

Il prossimo appuntamento del ciclo avrà luogo giovedì 7 dicembre e sarà dedicato al Museo della Ricerca archeologica di Vulci a Canino (Vt).

Documenti da scaricare