Storie di Persone e di Musei "Il Museo Archeologico di Segni: una politica culturale per la città e il suo territorio"

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Sala della Fortuna

11 maggio, 2018 - Storie di Persone e di Musei, conferenza

locandina conferenza museo orte segni 11 maggio 2018

Storie di Persone e di Musei
"Il Museo Archeologico di Segni:
una politica culturale per la città e il suo territorio"

Conferenza
Sala della Fortuna

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
Venerdì 11 maggio, ore 17.30

 

Il ciclo di Storie di Persone e di Musei ospita come penultimo appuntamento il Museo Archeologico Comunale di Segni (RM),  che  ci viene illustrato  dalla Direttrice  Federica Colaiacomo.                                                                                 

Il Museo Archeologico Comunale di Segni è ospitato nell'antico Palazzo della Comunità, costruito nel XIII sec. nel cuore dell'antico centro storico.

museo segni - interni 1

Aperto al pubblico per la prima volta nel 2001, con un percorso espositivo dedicato alla città antica, è stato ampliato nel 2006 per accogliere le nuove acquisizioni provenienti dalla sua attività di ricerca, riguardanti non solo la città, ma anche l'immediato suburbio, il territorio e, come una sorta di museo nel museo, la città medievale.

Il percorso didattico, oltre a un'ampia e agevole pannellatura con plastici e ricostruzioni assonometriche, è arricchito da gruppi scultorei di notevole interesse, numerose iscrizioni sacre e funerarie, elementi architettonici decorativi e una vasta collezione di materiale ceramico d'età romana e medievale (www.museosegni.it).

Il Museo di Segni è titolare del Marchio di Qualità della Regione Lazio fin dal 2005: questo per la qualità degli allestimenti e per l'ampio ventaglio delle attività legate alla sua proposta culturale, che comprendono iniziative puramente scientifiche, eventi a carattere divulgativo e un incessante lavoro didattico con le scuole di ogni ordine e grado.

In particolare, la sua attività scientifica ne fa oggi uno dei più attivi centri di ricerca dell'area. Oltre ai numerosissimi studi condotti negli ultimi anni, concretizzati in un'ampia e apprezzata bibliografia e che hanno condotto al recupero di un patrimonio di conoscenze di primissimo piano, merita un cenno l'accordo di studi stipulato dal Museo nel dicembre 2011 con la British School at Rome, già concretizzatosi nella stesura di un ampio progetto di ricerche, tra cui il Segni Project, una campagna di scavi realizzata negli anni 2012 - 2014, e il recupero e la valorizzazione del ninfeo di Q. Mutius.

 museo segni - interni 2

Il ciclo Storie di Persone e di Musei

La conferenza rientra nel ciclo di incontri "Storie di Persone e di Musei", finalizzato al perseguimento dello spirito della Convenzione di Faro (2005) sul valore dell'eredità culturale per la società e, al contempo, ispirato al "decalogo per un Museo che racconti Storie quotidiane" di Orhan Pamuk, per dare spazio e voce alle molteplici realtà culturali locali che popolano il territorio di cui il Museo di Villa Giulia è stato ed è tuttora interprete. Lo scopo è quello di mettere a disposizione degli amministratori locali e dei curatori di raccolte civiche di interesse archeologico presenti nelle regioni del Lazio, dell'Umbria e della Toscana un luogo in cui poter raccontare la loro esperienza di valorizzazione non tanto dalla prospettiva delle "cose" quanto, piuttosto, da quella delle "persone", intese sia come operatori museali che come fruitori culturali, in modo tale da far convergere l'attenzione anche sulla dimensione immateriale della nostra eredità culturale e sulle persone che, a vario titolo, "desiderano" identificarsi in tali valori.

L'iniziativa rientra nella programmazione dell'Anno europeo del patrimonio culturale (2018) e ha ottenuto il patrocinio dell'International Council of Museum (ICOM) sezione italiana.

 

La partecipazione all'iniziativa così come l'ingresso al Museo per i partecipanti alle conferenze saranno eccezionalmente gratuiti, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

L'ultimo appuntamento del ciclo avrà luogo venerdì 18 maggio e sarà dedicato al Museo Naturalistico Archeologico "Adolfo Klitsche de la Grange" di Allumiere (RM).

Documenti da scaricare