ETRUSCO DI SERA… Apertura serale straordinaria di Villa Giulia e di Villa Poniatowski

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Villa Poniatowski

15 settembre, 2018 - apertura prolungata, concerto

ETRUSCO DI SERA...

Sabato 15 settembre 2018

Apertura serale straordinaria di Villa Giulia e di Villa Poniatowski

 locandina apertura serale 15 settembre

Proseguono sabato 15 settembre le aperture serali straordinarie del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia con un'estensione dell'orario fino alle 23.00.

Un'occasione unica per trascorrere alcune ore nel Museo più rappresentativo della civiltà etrusca e, al contempo, una delle Ville più affascinanti del Rinascimento italiano, approfittando del fresco serale, al costo eccezionalmente scontato di 4 euro (ridotto a 2 per i cittadini dell'Unione Europea di età compresa fra i 18 e i 25 anni e gli altri aventi diritto). I minorenni, e gli altri aventi diritto, oltre ai titolari dello speciale abbonamento al Museo, avranno come sempre accesso gratuito.

Il biglietto, acquistabile dalle 19.30 alle 22.15, comprende, senza costi aggiuntivi, il seguente programma:

ore 19,30 (Cortile maggiore di Villa Giulia)

"Concerto del Trentennale", eseguito dalla "Banda Musicale Feronia" di Capena e dal Complesso Bandistico Comunale "Cesare Durante" di Albano Laziale e diretto dal M° Attilio Marzoli, dal M° Andrea Durante e dal M° Fulvio Creux, direttore artistico dell'evento.

Il concerto, eseguito da un'unica formazione di fiati, comprendente 60 elementi, intende festeggiare con l'esibizione congiunta delle due formazioni orchestrali, il trentennale delle due bande. Nell'emiciclo che inquadra il giardino è contestualmente allestita una mostra con immagini, divise storiche e una selezione degli strumenti musicali appartenenti alle due bande.

ore 20,30

Alla scoperta di Villa Poniatowski (a cura di Luca Mazzocco) (prenotazione in accoglienza, una volta acquistato il biglietto, per gruppi max 25 persone).

Il visitatore sarà guidato alla scoperta della splendida villa costruita nella seconda metà del XVI secolo e ristrutturata alla fine del Settecento da Giuseppe Valadier su commissione di Stanislao Poniatowski, nipote dell'ultimo re di Polonia. All'interno sono esposte le antichità provenienti dall'Umbria (Terni, Gualdo Tadino e Todi) e dal Lazio antico (in particolare da Satricum e da Palestrina con i sontuosi corredi delle tombe Barberini e Bernardini).

ore 21,30

Musica e matematica: Pitagora (Visita tematica a cura di Francesca Licordari)

La visita intende presentare ai partecipanti la figura del matematico e filosofo greco Pitagora, vissuto in Magna Grecia nel VI secolo a.C. e il quale, secondo alcuni testi latini, era definito "etrusco", probabilmente perché nelle regole di vita che impartiva ai discepoli della sua scuola erano state ravvisate usanze tipicamente etrusche. La musica diventa con Pitagora uno strumento matematico per comprendere l'armonia dell'universo. La visita, della durata di circa 40 minuti, percorrerà la sezione dedicata a Vulci, con vasi raffiguranti strumenti musicali e plettri in osso e avorio e la sala semicircolare al piano nobile della Villa, ove è possibile ammirare alcuni strumenti musicali originali in bronzo.

 

Documenti da scaricare