Romarché 10: parla l'archeologia

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e Villa Poniatowski

30 maggio - 2 giugno , 2019 - romarché


romarche x banner

Con l'appuntamento al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia dal 30 maggio al 2 giugno 2019, la manifestazione culturale annuale "RomArché - Parla l'Archeologia" taglia il traguardo della decima edizione: un appuntamento importante, che rappresenta il culmine di un percorso entusiasmante fatto di passione e di impegno, quello della Fondazione Dià Cultura che ne cura la regìa insieme al Museo Etrusco, quello dell'azienda informatica SIAED che la sostiene, quello della tipografia System Graphic che la supporta.

 

Nelle sue tante edizioni questa manifestazione è stata: fiera dell'editoria, laboratorio di ricerca, edutainment, festival... Diverse anime che appartengono a un'unica iniziativa, nata per valorizzare l'editoria archeologica, ma che si è via via trasformata in un appuntamento dedicato a tutto il mondo dell'archeologia e, più in generale, alla valorizzazione culturale.

 

Sono centinaia, ogni anno, le attività e gli operatori coinvolti, migliaia i visitatori, per una manifestazione che ha da sempre nel suo genoma il cambiamento e che, per ogni edizione, si è mossa alla ricerca di differenti luoghi delle cultura nell'intento di generare nuove collaborazioni virtuose per il suo pubblico: dal Museo Nazionale Preistorico Etnografico Luigi Pigorini allo Stadio di Domiziano, dal Museo Nazionale Romano - Terme di Diocleziano al Parco Regionale dell'Appia Antica, per citarne solo alcuni.

Durante RomArché sono stati realizzati convegni, laboratori, esposizioni, mostre, incontri e presentazioni, rievocazioni storiche, concerti, spettacoli di danza e teatro, giungendo a intrecciare una vasta rete di collaborazioni e contatti che abbraccia ormai numerosissimi operatori e istituzioni culturali del nostro Paese e molte realtà internazionali, prima fra tutte il sistema degli Istituti e delle Accademie di Cultura Stranieri con sede a Roma (che per diverse edizioni hanno ospitato la manifestazione o parti della stessa).

 

Quest'anno, dal 30 maggio al 2 giugno, "RomArché - Parla l'Archeologia", ancora una volta patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma, è ospitata nuovamente dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, con cui la Fondazione Dià Cultura ha condiviso l'ideazione e l'organizzazione del progetto.

 

Il tema di quest'anno è declinato sul concetto di paesaggio (landscapes/mindscapes), inteso sia in termini di territorio, sia in un'accezione psicologica legata all'interiorità dell'essere umano.

 

Moltissime sono le attività in programma:

 

·         Per tutti e 4 i giorni di manifestazione, dal 30 maggio al 2 giugno, dalle 9.30 alle 19.30, sarà possibile incontrare autori e editori nello spazio dell'emiciclo di Villa Giulia e nel bookshop del Museo, riservati alla esposizione di libri, pubblicazioni e gadget, che potranno essere acquistati direttamente dal pubblico partecipante.

Gli Espositori - editori, associazioni e istituzioni - presenti a Romarché e che sarà possibile incontrare visitando l'Emiciclo sono: Apeiron Editori; Arbor Sapientiae; Archeolibri - Gruppo Lozzi Editori; Archeologia Sotterranea - Sotterranei di Roma; Associazione Culturale ArchéoTheatron; Associazione Culturale Santa Marinella Viva; Associazione Drago delle Colline Metallifere; CineFantasy Productions; Coni; Dielle Editore; Edizioni del Mirto; Edizioni Saecula; Entertainment Game Apps, Ltd; Gruppo Storico Romano; L'Erma di Bretschneider; MMC Edizioni; Museo Diffuso di Lanuvio; Pagineinprogress; Paleoes - eXperimentalTech ArcheoDrome; Scienze e Lettere; SIGEA Società Italiana di Geologia Ambientale; Sistema Museale Urbano di Alatri; viandare.it

Nella Biblioarché, la Libreria in comune gestita da Civita - Opera Laboratori Fiorentini, sarà possibile acquistare le ultime novità editoriali di: Bibliotheka Edizioni; Edipuglia; Editori Laterza; Edizioni di Storia e Studi Sociali; Edizioni Espera; Edizioni ETS; Gruppo Editoriale Tangram; Il Cerchio; Il Poligrafo; Milieu edizioni; Società editrice il Mulino; Vision.

 

·         Il 30 e il 31 maggio, nella sala della Fortuna, dalle ore 9.30 alle 19.00, sarà il momento di una approfondita riflessione scientifica sul tema del paesaggio con il coinvolgimento e la partecipazione di importanti istituzioni e di specialisti:

o   giovedì 30 maggio la giornata è dedicata interamente al paesaggio inteso come rappresentazione complessa dello spazio con interventi di numerosi professionisti e ricercatori che dibatteranno e presenteranno esperienze, interpretazioni e idee sulla gestione del patrimonio paesaggistico in Italia;

o   venerdì 31 maggio la riflessione si farà più intima e concentrerà l'attenzione sulla figura elementare e basica, primaria e primordiale, della madre: archeologi, medici, psicologi, antropologi rifletteranno sulle relazioni tra maternità, fertilità e contesto sociale in un lungo percorso tra tempo e spazio alla scoperta di paesaggi interiori.

Contestualmente verrà inaugurato il Baby Pit Stop Unicef per le mamme e i loro neonati, ossia un luogo protetto e confortevole nel Museo in cui i bambini potranno essere cambiati e allattati tra una visita e l'altra.

 

·         Le giornate di sabato 1 giugno e di domenica 2 giugno sono dedicate al format "Leggere in RomArché" - ciclo di presentazioni di libri, pubblicazioni e documentari in "Sala della Fortuna" - e a moltissime attività per il grande pubblico: spettacoli, rievocazioni storiche, concerti e laboratori si susseguiranno in un programma articolato per ogni tipologia di pubblico.

 

Tra le molte proposte si evidenziano:

o   Il 1 giugno alle ore 10.00 per il format "lezioni universitarie al Museo", Giorgia Annoscia ("Sapienza" - Università di Roma) parla a studenti e pubblico di "Leopoli Cencelle, la città ritrovata. Lezioni sul paesaggio".

o   Il 1 giugno alle ore 11.00 lo spettacolo teatrale "Eneide, viaggio di un eroe" di e con l'attore regista Agostino De Angelis che, attraverso la partecipazione degli studenti per l'alternanza scuola lavoro dell'Istituto E. Mattei di Cerveteri, il laboratorio di Cinema dell'Associazione Santa Marinella Viva e la Lombardo Academy di Bronte, propone una coinvolgente interpretazione direttamente dall'VIII libro del poema capolavoro di Virgilio.

o   Il 1 giugno alle ore 12.00 la presentazione del volume "Storie di persone e di musei", progetto ideato dal Direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Valentino Nizzo, che ha coinvolto in due anni ben 42 realtà museali.

o   Il 1 giugno alle ore 17.00 è la volta della rievocazione storica "Confarreatio e Tollere Liberos", un evento curato del Gruppo Storico Romano dedicato alla cerimonia del matrimonio e del riconoscimento dei neonati da parte dei padri nel mondo antico.

o   Il 1 giugno alle ore 18.00 il pomeriggio si conclude con un momento musicale "Sonosfere. Concerto di parole e musica" a cura dell'Associazione ArchéoTheatron in collaborazione con l'Associazione Culturale Libertamente di Monza, Compagnie Teatrali Monzesi e Coro Anemos di Verghera di Samarate.

o   Il 2 giugno, dalle 11.00 alle 18.00, RomArché in collaborazione con il "Festival Tyrrhenika: Etruscan Heritage Route" propone molte attività rivolte a un pubblico di appassionati e alle famiglie: dalle postazioni di rievocazione, che raccontano la vita degli Etruschi, al momento di confronto sul rapporto tra gioco, narrazione filmica e valorizzazione culturale della tavola rotonda "Game Tales & Movies: raccontare la storia con i videogiochi e i film. Mi Rasna, Mediterranean, Time Tale, Il primo re, Romulus"; dalla rievocazione storica "Parlare agli dei: rappresentazione di un rito in onore di Tinia" alle piccole rappresentazioni "Gli usi e i costumi degli Etruschi: come vestivano, come scrivevano, come mangiavano, in cosa credevano, come combattevano".

o   Infine ancora il 2 giugno alle ore 16.00 è previsto l'evento di chiusura della mostra "Mæternità. Maternità e allattamento nell'Italia antica" con una visita guidata speciale in compagnia della curatrice Giulia Pedrucci (Università di Erfurt).

Romarché dei bambini: attività didattiche del Museo rivolte ai piccoli visitatori

31 Maggio. Ore 17.30-19.00

Birdwatching a Villa Giulia (età 5-12)

Uno zoologo e uno storico dell'arte ci guideranno, con l'uso del binocolo e di una guida, al riconoscimento degli uccelli dipinti sui soffitti affrescati di Villa Giulia.

A cura dei Servizi Educativi del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, in collaborazione con Myosotis. Info: tel. 06.3226571; mn-etru.didattica@beniculturali.it

 

1 Giugno. Ore 17.30-19.00

Il paesaggio e i suoi cambiamenti (età 5-12)

Com'era Villa Giulia nel '500? Racconti e storie del paesaggio che cambia.

È prevista la presenza di un'operatrice madrelingua inglese.

A cura dei Servizi Educativi del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Info: tel. 06.3226571; 

mn-etru.didattica@beniculturali.it

 

2 Giugno. Ore 10.30-12.00; 17.00-18.30

Osservo, Parlo, Ascolto, Penso, Immagino (età 6-10 anni)

Laboratorio itinerante per conoscere le opere del Museo attraverso i cinque sensi e l'immaginazione.

A cura dei Servizi Educativi del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e di ArteinGioco. 

Costo del laboratorio: 6 euro a bambino; 4 euro a partire dal secondo figlio.

Prenotazione obbligatoria entro le ore 16.00 del 1 Giugno. 

Info e prenotazioni: tel. 06 8803562 - 333.9533862. E-mail: arteingioco@libero.it arteingioco.eu@gmail.com

 

RomArché è un progetto complesso che ha la sua continuazione nel digitale: informazioni, materiali e documenti vengono diffusi sul relativo sito web (www.romarche.it) e sui principali canali social con alcuni contenuti extra, seguiti da migliaia di utenti.

Per tutti i visitatori l'ingresso alle attività di RomArché è gratuito; l'accesso alle collezioni del Museo avviene attraverso la bigliettazione ordinaria.

Domenica 2 giugno l'ingresso è libero anche al Museo per le domeniche gratuite promosse dal MiBAC #iovadoalmuseo

Documenti da scaricare